Tour dei Parchi USA da San Francisco a Los Angeles

L’affascinante Tour dei Parchi USA da San Francisco a Los Angeles è un’esperienza assolutamente indimenticabile. Prenotando questa emozionante avventura con dei viaggi organizzati in camper, in bus o con l’auto è possibile conoscere la Natura nelle sue livree migliori, immergersi in contesti ambientali straordinari e realizzare che gli orizzonti possono avere una profondità infinitamente maggiore di quella che pensiamo. Oltre a questo è anche possibile fare tappa e addentrarsi in varie città storiche degli Stati Uniti. L’itinerario infatti interessa le stesse San Francisco e Los Angeles, ma anche Las VegasSalt Lake City e Scottsdale.

 

 

L’emozionante tour dei Parchi USA da San Francisco a Los Angeles

Cartina geografica alla mano, il Tour dei Parchi USA da San Francisco a Los Angeles consiste di un emozionante itinerario alla scoperta di città iconiche degli States e di quelle splendide cartoline che tante volte vediamo scorrendo le homepage dei social network.

Sicuramente, chi prenota un tour dei grandi parchi americani sceglie di smaltare i propri occhi di panorami mozzafiato, di paesaggi impensabili e di angoli naturali di rara bellezza.

Il percorso interessa i seguenti parchi nazionali: Yosemite, Death Valley, Zion, Bryce Canyon, Yellowstone, Grand Teton, Arches, Monument Valley e Grand Canyon.

 

Yosemite Valley – California

Il Parco Nazionale di Yosemite è una delle aree naturali protette più famose degli Stati Uniti e ogni anno è una destinazione scelta da milioni di turisti. Ciò nonostante, il 90% della sua area è ancora allo stato selvaggio e quindi preservata dall’azione antropica.

Questa magnifica zona degli Stati Uniti si estende nella catena montuosa della Sierra Nevada, in California, all’interno della suggestiva Yosemite Valley, e ha una superficie di 3.081 Kmq.

Il paesaggio dello Yosemite è davvero meraviglioso e consiste di un mix di vette, prati in fiore, sequoie giganti, rocce granitiche e formazioni geologiche modellate dall’azione degli agenti atmosferici.

 

Death Valley – California, Nevada

La Death Valley, letteralmente la Valle della Morte, è un’area desertica situata tra gli stati federati della California e del Nevada.

Il suo funereo appellativo deriva dalle condizioni climatiche e ambientali molto estreme che caratterizzano il suo habitat. Nel periodo da maggio a settembre la temperatura di giorno si attesta in media sui 50 °C. mentre la notte si abbassa in un range termico tra 28 e 37°C.

In verità la temperatura del giorno può anche superare i 50 gradi centigradi. Il record assoluto è stato raggiunto in data 16 settembre 1913 con 56,7 °C.

Anche se sicuramente ci sono luoghi più paradisiaci e ospitali, la Death Valley è un ambiente nel quale si può sviluppare la vita. A riprova di quanto appena detto basti pensare che in loco si possono trovare 600 tipi di specie botaniche, 260 di uccelli, 40 di mammiferi, 36 di rettili e 19 specie di serpente.

 

Zion – Utah

Il Parco Nazionale di Zion è ubicato nel Sud-Ovest degli Stati Uniti, in Utah. Ha un’area di 593 km² e interessanti altitudini che spaziano fino ai 2.660 metri del Monte Horse Ranch.

Questo contesto naturalistico degli Stati Uniti si contraddistingue per grandi massicci di arenaria Navajo che nel corso dei millenni hanno preso forma dal vento e dalle acque del fiume Virgin.

Procedendo per la strada panoramica Zion Scenic Drive è possibile ammirare alcune architetture geologiche molto interessanti quali le seguenti:

  • Great Arch of Zion
  • Court of the Patriarchs
  • Great White Throne
  • Angels Landing

 

Bryce Canyon – Utah

Con un’escursione al Bryce Canyon è possibile ammirare rocce coloratissime, scolpite dall’azione climatica dei secoli e finalizzate in pinnacoli e pilastri rocciosi chiamati “hoodoos”.

Riguardo alle tonalità, gli ossidi di ferro conferiscono alle rocce toni rossi, gialli, arancioni e brunastri, mentre gli ossidi di manganese dipingono le formazioni geologiche di una tonalità lavanda.

In generale, il contesto naturalistico del Parco Nazionale del Bryce Canyon ricorda istintivamente gli scenari del cartone “Willy il Coyote e Beep Beep”.

Yellowstone – Wyoming, Montana, Idaho

Il Parco Nazionale di Yellowstone è il parco più importante degli Stati Uniti ed è Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1978.

Partendo dalle peculiarità, in questa straordinaria area statunitense è possibile trovare tante sorgenti termali e numerosi geyser. Il famoso “Old Faithful” è una sorgente eruttiva che ogni mezz’ora espelle una fontana di acqua alta 30/40 metri.

Quest’area naturale si estende per 8.983 km ed è caratterizzata da una moltitudine di laghi, fiumi, canyon e montagne. Una bella escursione del parco prevede una visita al Grand Canyon dello Yellowstone, al Lago di Yellowstone e ad Hayden Valley.

Assolutamente straordinaria anche la ricchezza di specie di flora e di fauna. Yellowstone, infatti, è la casa a cielo aperto di alci, bufali, bisonti e grizzly.

 

Grand Teton – Wyoming

Il Parco Nazionale del Grand Teton si estende interamente nello stato del Wyoming e ospita alcune tra le rocce più antiche del mondo. Le rocce montane di questo parco hanno un’età compresa tra i 2,5 ed i 2,7 miliardi di anni e sono formate da granito e gneiss.

Questa singolare caratteristica, unitamente a paesaggi meravigliosi e panorami mozzafiato, fanno del Grande Teton uno dei siti più spettacolari degli Stati Uniti.

Tra i posti da vedere il villaggio abbandonato di Mormon Row, da cui ammirare la montuosità di questo parco in tutta la sua magnificenza, e la strada panoramica Teton Park Road.

 

Arches – Utah

Il Tour dei Parchi USA da San Francisco a Los Angeles non può non includere un’escursione al Parco Nazionale di Arches, il luogo con la maggiore concentrazione di archi naturali al mondo.

Per comprendere meglio la strepitosa ricchezza geologica di questo sito basti pensare che in loco si trovano più di 2000 archi. I visitatori inoltre possono ammirare guglie, hoodoos, mesa oltre a una strepitosa varietà di altre formazioni geologiche.

L’arco più grande che è possibile ammirare è il Landscape Arch, alto oltre 30 metri, anche se il più famoso è senz’altro il Delicate Arch, alto una quindicina di metri.

In questo grande parco americano sono state effettuate le riprese di film molto famosi quali “Thelma e Louise”, con Geena Davis e Susan Sarandon e “Indiana Jones, l’ultima crociata” con Harrison Ford.

 

Monument Valley – Utah, Arizona

Restando in ambito cinematografico, il Parco Nazionale della Monument Valley ha fatto da location a molti film western del passato.

Anche il paesaggio di questo parco statunitense si caratterizza per architetture geologiche quali mesa, pinnacoli, guglie, massicci e innumerevoli formazioni di roccia arenaria.

Senza ombra di dubbio questo territorio è una delle mete principali dell’Ovest degli Stati Uniti perché permette di ammirare dal vivo tante cartoline classiche dell’Arizona.

Riguardo alle escursioni turistiche è importante sapere che la valle è inclusa nella Navajo Nation Reservation. Le attività all’interna di essa sono gestite completamente da nativi americani. Le guide, ad esempio, sono navajo locali.

 

Grand Canyon – Arizona

Il Grand Canyon non ha bisogno di tante presentazioni perché oggettivamente è uno dei luoghi più simbolici di tutta la Terra.

Nel novembre 2011 l’area in questione venne inclusa anche tra le finaliste per l’elezione delle Nuove sette meraviglie del mondo naturali.

Dal punto di vista geologico il Grand Canyon è una gola lunga circa 450 chilometri, profonda fino a più di 1.850 metri, creata dal fiume Colorado nel Nord Arizona.

In totale, il Parco nazionale del Grand Canyon è uno dei parchi nazionali più visitati degli USA e si estende per la bellezza di 4927 km².

È un dato di fatto: il Tour dei Parchi USA da San Francisco a Los Angeles sfama ogni anima di natura, bellezza, emozioni e panorami indimenticabili.



Può interessarti anche: